deglutizione disfunzionale

La deglutizione disfunzionale (o atipica) è caratterizzata dall’errato posizionamento e movimento della lingua, non adatti alla deglutizione di tipo adulto. La deglutizione infatti, come molte altre funzioni del nostro corpo, evolve con la crescita. Non è raro però riscontrare nei bambini, nei ragazzi e negli adulti il mantenimento di uno schema deglutitorio tipico di fasi dello sviluppo precedenti.

Come fare a capire se c’è una deglutizione disfunzionale?
•    Bocca aperta mentre si legge, si guarda la TV, si ascolta…
•    Denti storti o “denti da castoro”
•    Morso aperto, cioè un grande spazio tra i denti superiori e i denti inferiori
•    Masticazione a bocca aperta
•    Pronuncia di alcuni suoni con la lingua in mezzo ai denti.

A cosa è dovuta?
•    Uso prolungato del ciuccio e del biberon
•    Vizi orali come succhiarsi il dito, mordere le matite o altri oggetti, mordersi le unghie
•    Dieta con prevalenza di alimenti cremosi e morbidi
•    Respirazione orale.

Cosa può determinare?
La forte spinta della lingua contro i denti causa:
•    alterazioni del distretto oro-facciale;
•    problemi nell’allineamento dei denti e nell’occlusione;
•    alterazioni e dolori dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM);
•    disequilibrio posturale;
•    difficoltà di respirazione.

Come interviene il logopedista?
Il trattamento della deglutizione disfunzionale prevede, in seguito ad un’attenta e completa valutazione, l’impostazione di esercizi con l’obiettivo di apprendere la corretta deglutizione, di eliminare le eventuali abitudini viziate e di correggere l’articolazione dei suoni.
È fondamentale una stretta collaborazione con l’ortodontista, che spesso è il primo ad accorgersi di questa  problematica e a consigliare la valutazione logopedica. Il trattamento logopedico può iniziare prima dell’introduzione di un apparecchio e proseguire anche una volta rimosso, per evitare che il problema si ripresenti.